Il restauro del crocifisso

L’ODV Tempio Internazionale del Donatore ha potuto restaurare il crocifisso ligneo del XV secolo presente all’interno del Tempio. Questo è stato reso possibile grazie al sostegno del FAI e di Intesa San Paolo e al contributo delle associazioni Avis Nazionale, Avis Regionale Veneto, Avis Provinciale Treviso, Fidas Regionale Veneto, Fratres Nazionale, Aido Nazionale, l’azienda locale Veneto Vetro e l’emittente Valdo TV.

Il restauro, iniziato a marzo 2022 e conclusosi a settembre 2023, ha visto il consolidamento strutturale, la pulitura e il recupero complessivo dell’opera.

IL CROCIFISSO LIGNEO RESTAURATO GRAZIE A “I LUOGHI DEL CUORE”

Il Tempio internazionale del Donatore, nel 2020, venne votato da 7.419 persone alla X edizione del Censimento “I Luoghi del Cuore”. A seguito di questo risultato, l’ODV Tempio Internazionale del Donatore partecipò al Bando che il FAI lancia dopo ogni edizione del Censimento ottenendo un contributo economico di 12.100€ da FAI e Intesa Sanpaolo per il restauro del Crocifisso ligneo di scuola veneziana in esso ospitato. Questo intervento, cofinanziato dall’ODV e dalle associazioni Avis Nazionale, Avis Regionale Veneto, Avis Treviso e Fidas, ha permesso il recupero di un manufatto antico, facendone scoprire il valore inaspettato vista l’entità del degrado a cui era stato sottoposto nel corso della sua storia conservativa. Il restauro è stato un importante momento di conoscenza e approfondimento, che ha consentito di assegnare al Crocifisso una nuova datazione, che verrà approfondita con un ulteriore studio per un’attribuzione più precisa. L’intervento di restauro è stato realizzato tra marzo 2022 e settembre 2023.

 

Il Crocifisso ligneo di scuola veneziana (misure 133,5×132,5×33 cm), collocato nella parete di fondo del Tempio, rappresenta un importante tassello del patrimonio in ambito veneto, nello specifico di maestranza veneziana in pieno XV secolo, tuttora in corso di studio. La scultura, in legno di tiglio, rivela la mano di un intagliatore abile e raffinato. Il corpo si presenta in assetto frontale ed è definito dalle costole, profilate in modo da evidenziare la linea epigastrica in una sorta di “M” capovolta. Sulle braccia magre, innestate con un incastro a “mezzo legno” nel tronco, e sul piede destro si notano i tendini a rilievo. La definizione plastica dell’opera evidenzia la sofferenza del corpo umano.

IL RESTAURO

L’intervento di restauro si è rilevato molto complesso. Le indagini a raggi X e le microstratigrafie hanno mostrato una preparazione, piuttosto lacunosa, articolata in tre stesure di gesso e colla animale. Poco rimane della colorazione rosata originale dell’incarnato; l’asportazione delle ridipinture è stata eseguita per strati e le numerose stuccature sono state integrate con colori ad acquarello, riconoscibili a puntinatura. Sulla fronte non è rimasta traccia delle gocce di sangue, evidenziate in maniera grossolana negli ultimi due recuperi novecenteschi; sono stati invece conservati i rigoli di sangue sul costato, anche se non originali. Il perizoma era in origine bianco con profili disegnati in nero-azzurro: purtroppo i pochi frammenti hanno ora una tonalità più giallastra, alterata dall’assorbimento di colle animali e dai composti dei rifacimenti pittorici successivi. Le stuccature in corrispondenza di perizoma, capigliatura, barba, baffi e corona di spine sono state lasciate conservative poiché troppo diffuse erano le lacune e difficile era la comprensione dell’originaria decorazione. Sono state ricostruite le dita delle mani e del piede destro con innesti sagomati in tiglio.

Cura scientifica e Alta Sorveglianza della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’area metropolitana di Venezia e le province di Belluno, Padova e Treviso: funzionari Luca Maioli e Monica Pregnolato.

Consulenza storico-artistica e tecnica: Luca Mor e Angelo Pizzolongo.

Indagini scientifiche: fisiche Diagnostica per l’arte di Davide Bussolari, chimiche Stefano Volpin

Restauro: a cura di Valentina Piovan

SCARICA GLI APPROFONDIMENTI

Continuando la navigazione su questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi